ll massaggio decontratturante ha la funzione di sciogliere le contratture muscolari che si possono avere a causa di movimenti scorretti o di sforzi fisici, magari dopo un allenamento intenso.

Il massaggio decontratturante vero e proprio consiste in un massaggio mirato sulle zone doloranti e sui muscoli contratti, per rilassare ed eliminare gli spasmi.

Si tratta di un massaggio effettuato a scopo terapeutico per ridurre gli stati dolorosi, ma può essere consigliato anche per alleviare stress e tensione generale. È infatti rilassante e favorisce il benessere della parte tesa.

Agisce in vari modi:

  • allenta la tensione e gli spasmi muscolari
  • scioglie i nodi muscolari
  • ripristina l’equilibrio del corpo
  • abbassa la pressione
  • incrementa l’apporto di ossigeno ai muscoli

Il massaggio decontratturante si basa su pressioni e tocchi energici, che puntano a stimolare i tessuti muscolari al fine di sciogliere la contrattura.

Si riceve da sdraiati ed è localizzato solo in quelle aree che soffrono, le più comuni sono schiena, spalle, collo e gambe.

Una seduta dura circa 50 minuti e si possono riscontrare effetti positivi già dopo il primo trattamento. A volte invece è necessario più di una seduta per risolvere il problema: dipende dalla gravità della contrattura e può stabilirlo solo il medico o il fisioterapista.

Dopo il massaggio, la parte interessata potrebbe essere un po’ indolenzita, vuol dire che il muscolo sta tornando al suo stato ottimale.